vini del Piemonte

Guida ai vini del Piemonte

Se stai cercando di approfondire la conoscenza del vino italiano, il Piemonte è una delle regioni vinicole più utili da conoscere.
Il Piemonte ci introduce a un insieme completamente nuovo di uve da vino da gustare e capire come il Nebbiolo e il Cortese.
In secondo luogo, su langhe.net puoi vedere tutti gli eventi per gli amanti dei vini organizzati in questa fantastica regione vinicola.

Guida Vini Piemonte

Quando i wine geek pensano al Piemonte, pensano subito al Barolo e al Barbaresco, famosi per i loro vini a base di Nebbiolo.
Sorprendentemente, Barolo e Barbaresco rappresentano solo il 3% della produzione piemontese, quindi c’è molto altro da scoprire! Cominciamo.

A sud troverai gli Appennini che sono più simili a un insieme di colline bitorzolute. Nonostante la loro statura modesta, i pendii che si dirigono verso l’Appennino sono dove troverai la produzione di vino di qualità in Piemonte.

Perché è meglio il vino delle colline piemontesi?

Ci sono due caratteristiche principali che influenzano il clima in Piemonte: le Alpi ghiacciate e il caldo Mediterraneo. La variazione di temperatura fa sì che l’intera area si riempia di nebbia mattutina che lentamente si disperde durante il giorno e questo permette al Piemonte di avere una lista di vini eterogenea.

Ciò significa che la terra più in alto sulle colline riceve più sole. Più sole = uva felice = buon vino. Ci sono buoni vini che si trovano a nord dell’Appennino, ai piedi delle Alpi. Ma poiché questa zona (intorno a Gattinara) è molto più fresca, aspettatevi vini molto più leggeri e più acidi.

Vini Rossi del Piemonte

Nebbiolo

Sebbene la produzione di vino Nebbiolo sia inferiore alla Barbera, è considerato il più grande vino piemontese. Il Nebbiolo è un’uva ad alto tannino con aromi di ciliegia rossa, catrame e rosa, con un terroir argilloso.

Quando assaggi un vino Nebbiolo, puoi sentire il tannino aderente verso la parte anteriore della bocca. Al suo meglio, un vino Nebbiolo piemontese si beve intorno ai 10-15 anni e ha sottili note di spezie, rosa, ciliegia e fico.

Ci sono molte sottoregioni in Piemonte che producono vino Nebbiolo e quindi ci sono alcune differenze stilistiche da capire.

Barolo DOCG

Barolo si trova a sud-ovest della città di Alba nell’Appennino. Gli unici vigneti a Barolo DOCG si trovano sulle colline esposte a sud.

Mentre il colore del vino è un rosso mattone chiaro, ha una sensazione in bocca audace con tannino rigido e gradazione alcolica leggermente superiore (minimo 13%). I vini di Barolo maturano per almeno 18 mesi in botte e vengono commercializzati dopo un totale di 3+ ​​anni.

  • Consiglio Livello Riserva I Barolo sono invecchiati per un minimo di 5 anni

Due comuni da ricordare sono La Morra e Barolo con suoli a base calcarea. I comuni di Serralunga d’Alba, Monforte d’Alba e Castiglione Falletto sono solitamente più audaci con suoli arenacei.

Barbaresco DOCG

Barbaresco si trova a nord-est della città di Alba nell’Appennino. Come nel Barolo, il Barbaresco assegna la DOCG ai vigneti sui migliori pendii esposti a sud.

Barbaresco vs. Barolo Ci sono due differenze principali. I suoli a Barbaresco sono per lo più a base calcarea, il che significa meno tannino (come i comuni di La Morra e Barolo sopra).

Il clima ha meno di un cambiamento diurno, che produce uve che maturano prima ma hanno bucce più sottili. Ciò significa che il Barbaresco tende ad avere meno tannino, colore e composti fenolici (a.k.a. composti aromatici).

Pertanto, i vini Barbaresco sono generalmente più leggeri e meno tannici del Barolo.
In definitiva il Barbaresco è più accessibile alla maggior parte dei bevitori.

Altri vini Nebbiolo

Barolo e Barberesco non sono gli unici Nebbiolo disponibili! Si possono trovare ottimi vini a base di Nebbiolo da tutto il Piemonte e solitamente a molto meno.

Cerca il Langhe Nebbiolo: è una regione che contiene sia Barolo che Barbaresco, ma include vini prodotti da siti “declassificati”. Sono più leggeri e meno tannici, con somiglianze con il Pinot Nero. Anche le seguenti sottoregioni producono il Nebbiolo, tipicamente in questo stile più leggero:

  • Albugnano,
  • Carema,
  • Fara,
  • Langhe Nebbiolo,
  • Nebbiolo d’Alba,
  • Roero Rosso,

Barbera

La Barbera è il vitigno a bacca rossa più coltivato in Piemonte ed è un po’ meno schizzinoso del Nebbiolo. I vini Barbera del Piemonte sono di colore scuro e sapore di amarena, anice ed erbe essiccate.

Proprio come con il Nebbiolo, ci sono alcuni indizi per trovare buoni vini Barbera.
Innanzitutto, ci sono solo due DOCG per Barbera: Barbera d’Asti e Barbera del Monferrato Superiore. I vini DOCG hanno più vini etichettati “Superiore” regolamentari che prevedono un invecchiamento più lungo e una gradazione minima più elevata.

Dolcetto

Dolcetto è un nome un po’ improprio perché la parola significa “piccolo dolce”: Dolcetto non è né dolce né “piccolo”. I vini prodotti con uve Dolcetto sono di colore molto scuro con ricordi di mora, liquirizia e catrame. I vini non sono noti per invecchiare bene perché hanno una bassa acidità, ma offrono un sacco di tannini che asciugano la bocca.

Molti produttori piemontesi stanno iniziando a produrre Dolcetto in uno stile fruttato, cercando di recuperare parte del tannino e rivelare un sacco di frutta scura, simile al Merlot.

  • “Vigna” per Dolcetto, solitamente significa che il vino ha un invecchiamento di circa 20 mesi.

Sono tre le DOCG che producono un vino Dolcetto di qualità: Dogliani, Dolcetto di Ovada Superiore e Dolcetto di Diano d’Alba. Proprio come con la Barbera, presta attenzione alla dicitura “Superiore”.

La maggior parte dei vini Dolcetto di livello “Superiore” hanno il 13% di alcol e sono stati anche invecchiati più a lungo, il che aiuta a levigare i tannini.

Altri vini rossi piemontesi

Le tre varietà di cui sopra costituiscono la maggior parte dei vini rossi del Piemonte, ma ci sono altre varietà rosse più esoteriche! Ecco un breve elenco con una descrizione molto semplice di come sono:

  • Brachetto: un delizioso vino rosso chiaro dolce e floreale di fragole, disponibile in uno stile frizzante chiamato Brachetto d’Acqui.
  • Freisa: vino dal colore chiaro dal sapore delicato con note speziate, ciliegia, fragola. Spesso realizzati in uno stile frizzante (come Freisa di Chieri.)
  • Bonarda: (Uva Rara, Croatina) un vino di colore rubino più scuro con aromi di frutta audaci e tannino, comunemente usato per la miscelazione.
  • Quagliano: un vitigno molto raro con aromi di fragola e viola realizzato in uno stile dolce e una versione frizzante chiamata Quagliano Spumante.
  • Grignolino: un vino dal tannino più alto con aromi di fragola. Esiste un produttore statunitense! Scopri le cantine Heitz
  • Pelaverga: ciliegie, lamponi e tanta frutta fanno un vino rosso leggero a volte un po’ frizzante. Pelaverga potrebbe essere paragonato a Schiava o Gamay.
  • Vespolina: fruttato, speziato e tannico, spesso viene accostato al Nebbiolo in regioni come Gattinara.
  • Malvasia di Schierano: uno spumante molto muschiato e aromatico leggermente amabile.
  • Ruché: un vino molto particolare del Ruché di Castagnole Monferrato DOCG che presenta spesso rose, pepe, amarene e cannella, con tannino moderatamente alto.

Vini Bianchi del Piemonte

Moscato Bianco

La maggior parte delle persone non si rende conto che il Moscato d’Asti proviene dalla stessa regione del Barolo. Il Moscato Bianco è un’uva antichissima dai profumi intensi di rosa, mandarino, zucchero filato e litchi. Ci sono due stili principali che si trovano in Piemonte:

  • Asti Spumante: un vino frizzante (“Spumante”) completamente frizzante, dolce con circa il 9% di alcol.
  • Moscato d’Asti: un vino poco frizzante (‘Frizzante’) molto dolce con circa il 5% di alcol.

Cortese

Forse più famoso del nome varietale del Cortese è il vino chiamato “Gave”, che è il nome della cittadina nel sud-est del Piemonte. I vini Gavi sono realizzati in uno stile secco e sono noti per i loro sapori di agrumi simili al limone e l’acidità frizzante. Il Cortese ha la stessa qualità rinfrescante e sbalorditiva di alcuni vini Pinot Grigio e Chablis.

Un nuovo stile di “Blanc de Blancs?” Ti piace lo Champagne Blanc de Blancs? Molti produttori realizzano un Gavi “Metodo Classico”, che è nello stesso stile.

Arneis

Il vino bianco del Roero DOCG, l’Arneis è un vino di medio corpo che spesso ha nel finale note di mandorla amara. Questi vini sono freschi ed erbosi e in qualche modo simili al Sauvignon Blanc nel Bordeaux bianco.

Altri Vini Bianchi Piemontesi

In Piemonte esistono altre varietà bianche più esoteriche. Ecco un breve elenco con una descrizione molto semplice di come sono:

  • Erbaluce: un vino vivacemente acido con elevate note aromatiche di erbe speziate.
  • Favorita: un bianco secco con una nota amara sul finale.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.